Ve li abbiamo già mostrati, nel resoconto delle nostre attività qui sul web o, per i più fortunati, direttamente dal vivo e in azione, nella nostra sede. Ora però è giunto il momento di spiegarvi cosa c’è dietro questa “guerra pacifica” tra robottini made in FabLab Palermo!

MicroWars è un progetto della nostra parte maker, ma anche hacker ed elettronica. Ed è anche un gioco e come tutti i giochi ha delle regole, semplici ma precise, E allora, ecco qui, raccontati per filo e per segno, tutti i segreti per partecipare a una microwars competition:

COSA È MICROWARS?

MicroWars è per l’appunto una competizione in cui due robot autonomi si scontrano in un’arena lineare. L’assenza di radiocomandi e il percorso monodimensionale rendono l’accesso al gioco molto semplice. Non sono necessarie, infatti complesse logiche di controllo o intelligenze che debbano guidare il robot in un ambiente. Basta un poco di elettronica di base e saper scrivere semplici sketch arduino per poter iniziare.

IMG_20170913_173014

QUAL È LO SCOPO?

Lo scopo del progetto, oltre che di intrattenimento, è primariamente didattico, divulgativo e di stimolo alla community makers. Progettazione meccanica, stampa 3D, taglio laser, arduino, sensori, intelligenze artificiali sono tutte discipline che verranno stimolate dalla competizione che questa iniziativa potrebbe generare.

LE REGOLE!

Limitazioni
I robot, in posizione di partenza, devono rispettare i seguenti limiti.

  • lunghezza max: 25cm
  • larghezza max: 11cm
  • altezza max: 30cm
  • Peso max: 300g

Non ci sono limiti all’alimentazione, ai materiali o all’elettronica utilizzabili.

Requisiti

I robot devono presentare sul retro, in posizione raggiungibile, un interruttore meccanico di avvio/stop.

Comportamento

I robot non possono essere controllati da un operatore, il loro comportamento deve essere completamente autonomo.

Svolgimento

I due robot vengono posizionati nelle rispettive basi, ai due lati opposti dell’arena.  Allo start, il pulsante di accensione dei due robot verrà premuto contemporaneamente da due arbitri.  A quel punto si avranno 60 secondi per concludere il match. Un incontro si svolge al meglio di 3 match. Una pausa tecnica di 60 secondi, intercorre fra un match e l’altro.Eventuali riparazioni o aggiustamenti dovranno avvenire entro quest arco di tempo.

P_20171025_155829

Vittoria e Sconfitta

Se un robot riesce a raggiungere la base avversaria, vince il match. Se un robot esce fuori dall’arena (cioè se tocca, con uno dei suoi componenti, il terreno fuori dall’arena) perde il match. Trascorsi i 60 secondi dalla partenza, il match va in timeout. In tal caso vince il robot che si trova più vicino alla base avversaria.

Arena

L’arena è costituita da un canale con sezione a U che guida i robot uno verso l’altro, costringendone il percorso. Le dimensioni dell’arena sono:

  • larghezza: 13cm
  • altezza sponda: 5cm
  • lunghezza: 200cm (incluse le basi di 25cm cad)
  • lunghezza del percorso da nastro a nastro: 150cm

Il peso e le dimensioni dei robot sono limitate per consentire l’utilizzo di componenti semplici ed economiche.

robot

Che ve ne pare? Volete provare anche voi l’emozione di combattere una microwars? O volete apportare qualche miglioria ai robot e al regolamento?

Beh, non vi resta che venirci a trovare e giocare insieme a noi, perchè giocando (e divertendosi) si impara tantissimo!

Condividi su Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter