Un tempo la radio era la cronista più seguita dalle famiglie italiane. Dalla sua amplificazione uscivano storie, racconti, musiche del tempo vissuto e a cui la fantasia attribuiva immagini che la radio non riusciva a restituire.

Poi è sopraggiunta la tv e sono cambianti anche gli strumenti che hanno accompagnato e arredato le case dei nostri nonni, zii e parenti.

Eppure in tanti custodiscono ancora gelosamente questi pezzi del passato nostalgico e affettivo. Come il nostro associato Salvo Segreto, che ha una bellissima radio vintage anni ’50 della Phonola.

Chi non è mai andato a trovare una zia che teneva in bella mostra una radio nel suo salotto e quasi sempre con un bianco centrino fatto all’uncinetto a decorarne le fattezze in legno? Ricordi su ricordi e musiche che, ahinoi, a un certo punto si interrompono! E non solo per il sopravvento della più accattivante tv, ma proprio perchè magari alcuni pezzi che consentivano il funzionamento della radio si sono rotti.

Se si rompono le manopole per cambiare stazione o modificare il livello del volume che si fa? Per fortuna l’obsolescenza programmata non ha niente a che fare con queste produzioni di qualità e made in Italy che hanno resistito al passare del tempo. Ma può capitare che non ci siano più i pezzi di ricambio. E come ormai siete abituati a vedere, è lì che interviene un maker e il Fablab.

Salvo aveva bisogno di ricreare proprio le manopole frontali della sua radio per i comandi base necessari al suo funzionamento. E allora, eccoli qui, modellati e stampati in PLA e  in 3D, pronti ad essere perfettamente incastonati e inseriti al loro posto.

i pomelli della radio phonola stampanti in 3D

La radio Phonola ha ancora molto da farsi ascoltare e tante musiche e sogni da regalare a Salvo e a chi vorrà perdersi nel mondo magico della radio!

 Radio Phonola vintage con pomelli in stampa 3D by FabLab Palermo

Condividi su Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter