Destinatari: Il Workshop è aperto e si rivolge a: docenti, ricercatori, studenti, architetti, ingegneri, interior e industrial designers, graphic designers, artigiani, geometri, makers ma anche semplicemente a curiosi ed appasionati e a tutti coloro che desiderano mettere alla prova le proprie competenze in materia di design e modellazione.

Durata : 4 h

Numero partecipanti: min 5 max 12

Costo partecipante: 40 euro per gli associati; 50 euro per i nuovi associati (iscrizione annuale al FabLab compresa)

Attività/Programma:

- software check

- le tecnologie di “additive manufacturing”

- cosa si può fare con la stampa 3D FDM (fused deposition modeling)

- componenti e funzionamento di una stampante 3D

- materiali utilizzabili

- dal modello 3D al movimento della stampante: g-code e SLICING

- principali impostazioni di un software di slicing

- CURA

- impostazioni avanzate e suggerimenti pratici

- i file 3D: formato, reperimento, modifica o creazione

- approccio alla modellazione 3D con 123D DESIGN

- esportazione di un file in formato STL

- la stampante 3D al lavoro e prove di stampa

- domande ed approfondimenti

Cosa necessita per il suo svolgimento: E’ necessario essere dotati del proprio pc e se possibile aver già scaricato ed installato i software gratuiti 123D Design dell’Autodesk e Cura (di seguito i link per i download):

https://ultimaker.com/en/products/cura-software

http://www.123dapp.com/design

Finalità: Il worksho ha la finalità di mettere i partecipanti in condizione di lavorare autonomamente con una Stampante 3D, realizzando dei file stampabili in 3D (gcode) attraverso un percorso concreto che va dall’ acquisizione o dal disegno dell’oggetto al processo di interfacciamento con i vari tipi di macchine disponibili in commercio. Verranno apprese le basi fondamentali della modellazione 3d, come la costruzione di primitive, l’importazione di vettoriali, l’estrusione di curve per creare solidi.

Output: Il Workshop mette in condizione di cominciare a sperimentare nel campo della progettazione, prototipazione e produzione, attraverso la tecnologia della fabbricazione additiva. Questo tipo di tecnologia, a differenza di quella per asportazione di truciolo, dà la possibilità di realizzare pezzi, meccanici e non, dalle geometrie complesse, difficilmente realizzabili con altro genere di lavorazione.

Al termine di ciascun workshop i partecipanti porteranno con sé un oggetto/gadget stampato in 3D.

Condividi su Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter