Con il nuovo anno sono partiti davvero tantissimi progetti che vedono gli esperti di FabLab Palermo impegnati in attività di formazione in ambito STEAM Education.

L’acronimo STEAM (dall’inglese Science, Technology, Engineering, Arts, Mathematics) è un termine utilizzato per indicare le materie scientifico-tecnologiche: non si tratta di una metodologia didattica nè di 5 discipline a sè stanti ma di discipline trasversali ed integrate in un paradigma educativo basato su applicazioni pratiche.

Ciò che contraddistingue infatti le materie STEAM dallo studio tradizionale è il tipo di approccio, in quanto viene mostrato agli studenti come il metodo scientifico viene applicato alla realtà. Le materie STEAM inoltre consentono di sviluppare il pensiero computazionale, cioè i processi mentali coinvolti nella risoluzione di un problema (problem solving).

Le prime riflessioni a riguardo nascono in America intorno agli anni 2000 e da lì cominciano a diffondersi fino ad arrivare al punto di pensare, in tutto il mondo, che il potenziamento delle STEAM sia, oggi, imprescindibile per promuovere l’innovazione, preparare i giovani al mondo del lavoro e quindi contribuire allo sviluppo ed alla crescita della società.

L’approccio pratico delle materie STEAM stimola l’interesse dei ragazzi e delle ragazze: gli studenti possono sviluppare un’idea, realizzare un prototipo, testarlo, revisionarlo, modificarlo, utilizzando anche utili dispositivi quali software dedicati, kit di robotica, stampanti 3D etc, e magari in spazi creativi appositamente designati come makerspace, fablab o atelier creativi.

Le STEAM, tuttavia, rappresentano ancora un approccio relativamente unico nel campo dell’istruzione, principalmente per le difficoltà che le scuole trovano nell’inserire queste attività nell’organizzazione del tempo e delle risorse, e per la necessità di preparare ed aggiornare gli insegnanti nella didattica multidisciplinare e nell’integrazione di questi temi nella programmazione tradizionale.

 

I progetti in cui sono attualmente impegnati gli esperti del FabLab Palermo sono:

 

“Comunità Educante Evoluta Zisa Danisinni” in collaborazione con il Centro Tau (capofila di progetto) ed il CIDI Palermo, finanziato da Percorsi con i bambini

 

“Next Gen” realizzato da Laboratorio Zen Insieme in partnership con Save The Children Italia e Avventure in Italia

 

“Girls Code It Better” di Officina Futuro Fondazione Maw

 

Per le info sui singoli progetti si rimanda alle ultime news sul sito https://fablabpalermo.org/