(English version below)

Ispirandosi ad alcune scene de “Il Dottor Stranamore” di Stanley Kubrick, che raccontano come, durante la guerra fredda, tra realtà e leggenda, pare esistesse un “telefono rosso” con una linea privata USA-URSS, così il FabPhone vuole coinvolgere tutti i Fablab in una “guerra fredda” al contrario: una sfida ludica di co-progettazione, portando all’estremo i concetti di condivisione, sperimentazione e personalizzazione.

FabPhone-FabLab-Palermo

Il dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba_Stanley Kubrick_1964

 

Cos’è
È un progetto ludico condiviso di telefono Voip che permette ai Fablab di comunicare tra loro durante la progettazione ed attraverso il suo esito

Come funziona
Attualmente, funziona grazie all’utilizzo di un client Voip installato su un single-board computer come Raspberry e ad un server Voip (…). Il funzionamento, l’hardware ed il software sono soggetti a miglioramenti e trasformazioni, su proposta dei Fablab che decideranno di partecipare alla co-progettazione.

A cosa serve
Fabphone serve innanzitutto a giocare, condividendo soluzioni e design in tutte le sue declinazioni, utilizzando tutte le competenze e le tecnologie tipiche dei Fablab, in un percorso di sperimentazione continua e di personalizzazione estrema, sia hardware che software, con l’unica regola che tutti i telefoni creati devono essere in grado di comunicare tra loro.

Possibili sviluppi
L’auspicio è che FabPhone stimoli i Fablab a partecipare attivamente ad un progetto condiviso, creando tanti FabPhone tutti diversi ma tutti in grado di comunicare tra loro: basterà comporre un numero dell’elenco telefonico dei Fablab per mettere in contatto i laboratori, ognuno con la sua versione del FabPhone: classico, futuristico, steam-punk, fatto al laser, in stampa 3D, riciclando vecchi telefoni, virtualizzando tutto con un’app o semplicemente collegando un po’ di fili ad una Raspberry poggiata su una scrivania!

Il FabPhone numero 0001 di FabLab Palermo
Abbiamo creato il primo Fabphone utilizzando una Raspberry 3, sventrando delle cuffie con microfono, riciclando un piccolo diffusore e inserendo il tutto, con un tastierino al posto della ruota, in una riproduzione di telefono anni 70’-80’, modellato in 3D da zero, stampato a filamento e finito con stucco e vernice spray rossa.
Sulla Raspberry è installato un client Voip che comunica con il relativo server, attualmente e provvisoriamente, ospitato da un nostro associato e maker.
Su questa base è stato creato un progetto su repository che servirà da apripista per tutti coloro che vorranno giocare.

FabPhone-FabLab-Palermo

FabPhone-FabLab-Palermo

FabPhone
The “red telephone” of the Fablab network

Inspired by some scenes from “Doctor Strangelove” by Stanley Kubrick, which tell how, during the cold war, between reality and legend, it seems there was a “red phone” with a private US-USSR line, similarly the FabPhone wants to involve all Fablabs in a reverse “cold war”: a playful challenge of co-design, taking the relationships of sharing, experimentation and personalization to the extreme.

What is it
It is a shared and playful Voip telephone project that allows Fablabs to communicate with each other during the design and through its outcome.

How it works
Currently, it works thanks to the use of a Voip client installed on a single-board computer, such as Raspberry, and a Voip server (…). Operation, hardware and software are subject to improvements and transformations, upon the proposal of the Fablabs who will decide to participate in the co-design.

What is it for
Fabphone serves mainly to play, sharing solutions and design in all its forms, using all the skills and technologies typical of Fablabs, in a path of continuous experimentation and extreme customization, both hardware and software, with the only rule that all the created phones must be able to communicate with each other.

Possible developments
The hope is that FabPhone stimulates the Fablabs to actively participate in a shared project, creating many FabPhones all different but all able to communicate with each other: just dialing a number from the Fablab telephone directory to put in contanct the laboratories, each one with its version of the FabPhone: classic, futuristic, steam-punk, laser-cutted, 3D printed, made recycling old phones, virtualizing everything with an app or simply connecting a bunch of wires to a Raspberry on a desk!

FabPhone number 0001 of FabLab Palermo
We created the first Fabphone using a Raspberry 3, gutting some headphones with a microphone, recycling a small speaker and inserting everything, with a keypad instead of the wheel, into a reproduction of a 70′-80 ‘ telephone, 3D modeled from scratch, 3D printed and finished using filler and red spray paint.
A Voip client is installed on the Raspberry which communicates with its server, currently and temporarily hosted by one of our associate makers.
On this basis, a project on repository was created that will serve as a trailblazer for all those who want to play.