Vi raccontiamo, per filo e per segno, il lavoro svolto da FabLab per supportare la fusione in argento di uno stampo riproducente un puttino alato. 

In primo luogo è stato realizzato un rilievo fotogrammetrico del putto alato in terracotta, per poterlo poi stampare leggermente più piccolo.

Lo scopo finale era quello di ottenere un positivo per fare una fusione in argento.

Nelle immagini si può vedere l’elaborazione della scansione: la nuvola di punti rada, la nuvola di punti fitta, la scansione finale, l’apertura del file STL in meshmixer, la versione ripulita del file STL (sempre meshmixer) e poi il confronto tra l’originale e la stampa in resina “castable” (stampata con tecnologia SLA da Easy3D).

photo5994757847172361371 photo5994757847172361372

 

Angioletto

Questi, invece, nell’ordine, i passaggi realizzati dal nostro committente, Europargenti, per la realizzazione del puttino in argento:

Modello definitivo in cera
IMG-20180127-WA0001   IMG-20180127-WA0005
 Fusione dell’argento
IMG-20180127-WA0004
Appena usciti dalla fusione
IMG-20180127-WA0002
Pezzo finale in argento ripulito dai residui dello stampo di fusione
IMG-20180127-WA0003 (1)
Un esempio di come l’artigianto tradizionale può essere supportato e innovato dalle tecnologie digitali!