Ormai manca pochissimo all’evento maker più importante in Europa: il 18 ottobre ha inizio, infatti, la settima edizione della Maker Faire Rome.

Tantissimi, quest’anno, i progetti legati alla salvaguardia dell’ambiente, come l’impianto solare che trasforma l’acqua di mare in acqua potabile ( https://2019.makerfairerome.eu/it/acqua-potabile-da-quella-salata-per-la-prima-volta-grazie-ad-energia-solare/ ), oppure il progetto della nuova strada elettrica che ricarica le automobili ibride in movimento riducendo l’inquinamento atmosferico ( https://2019.makerfairerome.eu/it/la-strada-elettrica-che-ricarica-le-automobili-ibride-in-movimento/ ).

Ma tantissimi sono i progetti legati all’educazione come “discalculia”, i guanti che insegnano le tabelline ( https://2019.makerfairerome.eu/it/discalculia-ecco-i-guanti-che-insegnano-le-tabelline/ ) oppure la “balance bike”, strumento educativo per lo sviluppo delle abilità motorie dei bambini ( https://2019.makerfairerome.eu/it/la-balance-bike-alberto-marzaioli-un-progetto-open-per-lo-sviluppo-motorio-dei-bambini/ ).

Al link https://2019.makerfairerome.eu/it/espositori/ potete scoprire tutti gli espositori partecipanti a quest’ultima edizione e per avere un piccolo sconto sul costo del biglietto, basta iscriversi alla newsletter, non quella nostra alla quale siete già iscritti, ma a questa: https://2019.makerfairerome.eu/it/newsletter-it/

Il 18 ottobre, fino alle 13, l’ingresso è solo per le scolaresche: la mattinata del primo giorno infatti è dedicato, durante l’Educational Day, a studenti e ai loro insegnanti: https://2019.makerfairerome.eu/it/educational-day/