In un FabLab, ormai lo sanno tutti, è possibile realizzare i propri progetti con l’ausilio dei macchinari a controllo numerico: stampanti 3D, macchine a taglio laser e vinilico, fresatrici etc.

Ed è quello che fanno sempre di più gli studenti universitari: specialmente chi frequenta le facoltà di architettura ed ingegneria o l’accademia di belle arti.

E’ il caso di Chiara Neve, studentessa dell’Accademia di Palermo, corso di graphic design, che ha progettato “Pantelleria Paper Game”, un gioco realizzato in carta e cartone ispirato alla fauna dell’isola di Pantelleria. All’interno vi sono: due schede con 10 animali staccabili e montabili ad incastro, 3 scenari illustrati, un libricino-guida. fablab palermp designLe sagome in cartoncino di tutti gli animaletti sono state tagliate grazie all’utilizzo di una lasercutter, mentre le immagini colorate poi incollate sulle sagome di cartone, sono state tagliate con una vinylcutter.fablab palermp design

 

Alessandro De Santis, neo architetto, ha scelto di realizzare il plastico di studio per la sua tesi di laurea, interamente tagliato a laser. Utilizzando più materiali, compensato di pioppo, cartoncino vegetale, polistirolo cartonato e polipropilene, ha rappresentato il suo progetto di rifunzionalizzazione della zona della Stazione Giachery di Palermo.fablab palermo plastico architetturaLa maggior parte dei pezzi sono assemblati ad incastro e se guardate bene, potete vedere anche il treno!fablab palermo plastico architettura

Complimenti ai nostri giovanissimi maker!